Il trattamento della colonna vertebrale VTEs

Trattamento Colonna Vertebrale con Fisioscissione

Sostituzione del ginocchio prezzo un intervento chirurgico in Ucraina

Migliora la circolazione sanguigna, le funzioni digestive e quelle del fegato. AGLIO Alium sativum ha proprietà stimolanti, digestive, corroboranti, antisettiche, ipotensivo, efficace contro la pressione alta.

Stimola la secrezione gastrica il flusso biliare. Infezioni vaginali. Pelle arrossata o coperta da pomfi o foruncoli. Scarso funzionamento del fegato e del pancreas. ALOE Aloe ferox lassativo, per la secrezione biliare. ALTEA Althaea officinalis ha proprietà leggermente lassativa, emolliente e decongestionante, peristalsi, antidiarroico. Prevenzione delle malattie infettive. Cellulite, ansia, e depressione.

BOLDO Peumus boldus è una delle piante più preziose per il benessere del fegato: aumenta la secrezione biliare ed è indicata in caso di insufficienza e intossicazioni del fegato stesso. Possiede notevoli proprietà emollienti e lenitive, indicate soprattutto quando la il trattamento della colonna vertebrale VTEs è afflitta da eczemi. CACHI la polpa del cachi, essendo astringente, oltre alla diarrea cura anche la pelle grassa o la seborrea, serve per schiarire la cute e il trattamento della colonna vertebrale VTEs preparare una maschera di bellezza da applicare sulla il trattamento della colonna vertebrale VTEs del viso per togliere lucidità.

È utile anche per combattere gli inestetismi provocati dai foruncoli, la polpa applicata direttamente sulla parte colpita disinfetta efficacemente e aiuta la pelle infiammata, accelerandone la guarigione. CALENDULA Calendula officinalis i suoi fiori hanno notevoli proprietà antispasmodiche decongestionanti e lenitive, favoriscono, inoltre, un flusso scarso o assenza delle mestruazioni.

Indicata per idratare le pelli troppo secche. Ha la stessa azione del cardo mariano, anche se meno intensa. Ricca di leonunna, glucosidi e il trattamento della colonna vertebrale VTEs, determina una vasodilatazione che abbassa la pressione. CAROTA Daucus carota stimola il sistema immunitario, acne, foruncoli, stitichezza, infiammazioni il trattamento della colonna vertebrale VTEs gola e della bocca, maschera di bellezza.

Regola le funzioni intestinali. Il chinino abbassa la febbre e toglie il dolore, pertosse, malattie da raffreddamento, ridare vigore ai capelli e ostacolarne la caduta, accelerante delle contrazioni uterine.

COLA Cola acuminata affaticamento fisico. Stimola il sistema nervoso centrale, porta euforia. Ha una spiccata azione depurativa, protegge le cellule dal fegato. Aiuta, inoltre, a eliminare il colesterolo nel sangue. Grazie al suo olio essenziale, ha una forte azione disinfettante e aumenta la resistenza alle infezioni. Ha proprietà antibatteriche ed è in grado di attivare il sistema-immunitario, piaghe da decubito.

EDERA antimicrobica. Grazie ai suoi principi attivi saponosidi, flavonoidi, acidi clorogenico e caffeico ha proprietà vasocostrittrici. Favorisce il riassorbimento dei liquidi nei tessuti.

EFEDRA Ephedra distachya vasodilatatore, aumenta la pressione sanguigna, antiallergico, febbre da fieno, favorisce il dimagrimento. Noto anche con il nome di ginseng siberiano, regola la pressione, alzandola il trattamento della colonna vertebrale VTEs è bassa. ELICRISO Helichrrysum angustifolium le sue sommità fiorite sono indicate per le pelli delicate e irritate dagli agenti atmosferici, perché possiedono notevoli proprietà antinfiammatorie.

Ha una buona azione diuretica e antinfiammatoria. Ha una spiccata azione diuretica e depurativa. Migliora le secrezioni della bile, favorendo il lavoro del fegato. GALEGA Galega officinalis grazie al suo principio attivo migliora la circolazione sanguigna a livello della ghiandola mammaria stimolando la secrezione lattea, per abbassare gli zuccheri nel sangue.

Ha proprietà digestive e disinfettanti. Dolori articolari, disintossicante, gotta. GINGKO Gingko biloba è un protettore dei vasi, esplica la sua azione sia sui grossi vasi sanguigni sia su quelli del il trattamento della colonna vertebrale VTEs.

Per la circolazione cerebrale, ha proprietà antinevralgiche. Protegge i piccoli vasi e rinforza le loro pareti rendendole più elastiche e meno fragili. Migliora anche la circolazione periferica. Stimola il sistema immunitario, potenzia la resistenza fisica, aiuta la memoria, regola la pressione sanguigna. Combatte anche le infiammazioni ai reni. GUARANÀ Paulina cubana attenua gli stimoli della fame, coadiuvante delle diete dimagranti, migliora la concentrazione intellettuale e sportiva.

Protegge i vasi sanguigni. Restringe i vasi sanguigni, favorendo il riassorbimento sia dei liquidi sia dei gonfiori, ne tonifica le pareti e ne migliora la permeabilità.

Emorroidi, pelle avvizzita, cellulite. JOJOBA Simmondsia californica acne, emolliente, nutrire la pelle avvizzita, rallentare la perdita dei capelli, macerazione della pelle tra le dita.

LINO Linum usitatissimum foruncoli, scottature, irritazione della pelle, stitichezza, colon irritabile. Protegge stomaco e fegato. Epatite e cirrosi, herpes labiale e genitale, ulcera gastrica e duodenale. Mal di testa, crampi, menopausa. Mal di denti, infiammazione delle gengive, lenire le infiammazioni della vagina.

MATÈ Ilex paraguayensis è una pianta dalla spiccata azione diuretica e tonica. MELILOTO Melilotus officinalis pruriti, gonfiori da cattiva circolazione, emorroidi, stanchezza, ansia, grazie ai suoi derivati ha buone proprietà sedative.

MELISSA Melissa officinalis antinevralgica, mestruazioni dolorose e irregolari, herpes, digestiva, antispasmodica e lenisce i dolori intestinali. MENTA Mentha piperita anestetico locale, pelle arrossata, prurito insistente, mal di testa, stimolare la produzione di bile, favorire le mestruazione e attenuarne i dolori. Le sue foglie possiedono proprietà ipoglicemizzante.

Il mirtillo ha, inoltre, proprietà depurative. Foruncoli, scottature della il trattamento della colonna vertebrale VTEs. OLIVO Olea europaea colesterolo, carenza alimentare, piccole piaghe, unghie dei piedi duri facili da incarnirsi, ricche di glucosidi, resine, colina e o leuropeina, le foglie di questa pianta aiutano a regolare la pressione. Stimola la diuresi, flebiti. Tonico, astringente, espettorante. Ridurre la pressione arteriosa, sindrome mestruale, mal di testa.

Colon irritabile, colite, insonnia. Possiede anche proprietà lenitive e antinfiammatorie. PINO Pinus silvestris azione antinfiammatoria, aiuta ad eliminare il dolore. Reumatismi e dolori muscolari, infiammazione i bronchi. PSILLIO Plantago psyllium regola le funzioni intestinali in modo dolce, soprattutto, alla presenza di ragadi ed emorroidi, calma le infiammazioni cutanee. Migliora la capacità di erezione legati alla prostata. QUERCIA Quercus robur stimolante del sistema immunitario, allergia al polline, emorroidi, frigidità o impotenza, antinfiammatorio e leggermente antisettica.

TÈ Camelia sinens, Camelia thea, Thea sinensis stimolante, ripristinare i sali minerali, pelle arrossata gastroenterite acuta. TIMO Thymus vulgaris antispasmodico, calma le tossi irritanti, disinfettante, digestivo.

Antiallergico, spasmolitico. VITE Vitis vinifera antinfiammatoria, vene varicose, artrite deformante. Bisogna fugare ogni incertezza nel pensare che le piante medicinali possano il trattamento della colonna vertebrale VTEs utilizzate senza indicazioni esperte.

Le erbe medicinali sono intossicanti quanto altre cure tradizionali se non usate correttamente. Si possono consigliare, ma si deve, ove necessita, elaborare una terapia completa che vada a curare un problema più vasto e che si ripresenta ripetutamente. Non tutte le piante e le erbe possono essere usate indiscriminatamente nella terapia.

Alcune di queste sono indicate per un genere di malattie e controindicate per altre. Ecco un mini elenco delle controindicazioni e delle piante pericolose.

AGLIO Allium sativum controindicato per chi ha la pressione arteriosa bassa; provoca espettorazione con sangue, dovuta a congestione da tosse con febbre. Tuttavia vi sono controindicazioni particolari, come tutte le cose la moderazione è regola primaria. Ai bambini sotto i 2 anni perché potrebbe dare irritazione.

Ad alte dosi danneggia il rene. Chi soffre di depressione. A chi soffre di gastrite o ulcera. Ai bambini e gli anziani. Chi soffre di emicrania. Per via interna non va mai presa. ASPARAGO Asparagus il trattamento della colonna vertebrale VTEs è controindicato nei casi di albuminuria, anuria, calcolosi renale, cistite, gotta, nefrite, prostatite, renella, reumatismi e nella malattie infiammatorie della vescica urinaria.

Chi ha avuto attacchi cuore o trombi e alle donne in gravidanza. Nelle difficoltà di coagulazione e chi soffre di ulcera. GINSENG disturbi della coagulazione del sangue, dolori e cisti al seno, infanzia e adolescenza, gravidanza, aritmie cardiache, allergie da fieno, enfisema. Per periodi prolungati. SENNA Cassia angustifolia ai il trattamento della colonna vertebrale VTEs di emorroidi, enteriti, crampi intestinali, metrorraggie e per nutrici e gestanti.

Le foglie sbollentate diventano tossiche.